Serie C easyvolley…. che dire?... è ora di cambiare marcia!

 

La Serie C Easyvolley durante un time-out.

 

Desio, 29 gennaio 2017

Eccoci qui, finito il girone di andata della serie C a cercare di fare un bilancio delle 13 partite disputate.

Non abbiamo scritto molto su questa squadra quest’anno, dal momento che speravamo ogni volta di poter dare buone notizie… ma dopo qualche rara vittoria (solo 3 su 13 partite) si succedevano nuovamente prestazioni insufficienti che ci hanno fatto scivolare a poco a poco nella zona rossa della retrocessione.

Un risultato amaro e che fa male anche perché non corrisponde affatto al valore della squadra.

È vero che si tratta di un gruppo con molti nuovi innesti, che dunque doveva imparare a trovare i propri meccanismi di gioco, è vero anche che non sempre abbiamo avuto le 12 atlete a disposizione perché inizialmente è mancato l’opposto, poi è mancato per due mesi uno dei due palleggiatori per problemi fisici, poi c’è stato qualche piccolo infortunio e acciacco di stagione, ma questi motivi non sono sufficienti a giustificare risultati di questo genere.

Si tratta di 11 atlete che hanno militato quasi tutte per anni in serie C, anche di alto livello, e alcune di loro hanno fatto esperienza in B2, dunque il valore tecnico dei singoli elementi non è discussione. Il primo allenatore Paolo Amendola è esperto e capace, il suo scout e secondo David Cardinali altrettanto esperto; hanno il supporto costante di un fisioterapista per affrontare le eventuali problematiche fisiche. Insomma, le condizioni per fare bene ci sono tutte!

Il Presidente ha parlato più volte con lo staff e le atlete per cercare di capire come cambiare rotta, spronarle, incitarle… ma ogni tentativo finora non ha prodotto i risultati sperati.

Purtroppo alla situazione critica si aggiungono due recenti fatti negativi: il nostro capitano Anna Fossati è infortunata e non sarà disponibile per qualche settimana e un’altra atleta è al momento sospesa in seguito a fatti gravissimi occorsi dopo l’ultima partita casalinga. Fatti preceduti da una serie di comportamenti di una persona volti a screditare il lavoro dello staff, che hanno creato pressione negativa su alcune atlete e cercato di destabilizzare il gruppo squadra. Tale persona è stata dunque allontanata definitivamente dalla Società.

Ora siamo al giro di boa, settimana prossima inizia il girone di ritorno e riteniamo che la retrocessione NON DEBBA ESSERE NEMMENO PENSABILE per una squadra di questo valore!

Speriamo che il periodo di pausa campionato serva ad ognuno per ragionare sulle proprie responsabilità, liberare la mente da ogni condizionamento negativo -  interno ad esterno - e ricominciare da zero con uno spirito ed un approccio diversi.

Noi continuiamo a credere nella squadra -  atlete e staff -  e nel loro desiderio di RIVINCITA.

Per questo diamo loro il totale SUPPORTO della Società e, nella ferma convinzione che un cambio di rotta sia assolutamente alla nostra portata, vogliamo un moto di ORGOGLIO che sia di sprone per il CAMBIAMENTO.

La Dirigenza Easyvolley

 

 

 

Letto 334 volte

UNDER 16

prima fase