2Div: preziosa vittoria al tie-break su Dream Volley.

Seconda Divisione Girone A giornata 17

Le Easy stasera partono dal 7° posto, appaiate a 17 punti al Cesano (6° avendo vinto una partita in più di noi) che venerdì sera incontrerà la Dipo, attuale 5a a quota 22
Dipo che ha una partita da recuperare con la Ronchese e che non ha più ambizioni di classifica, considerando che la squadra che giocherà i playoff è sicuramente il Sovico (irraggiungibile a quota 42) e che quindi giocherà contro il Cesano con la massima tranquillità mentre il Cesano (reduce dalla sconfitta casalinga proprio contro il Dream) sentirà sicuramente il nostro fiato sul collo, soprattutto se stasera sapremo conquistare quei tre punti che ci permetterebbero di arrivare, all'appuntamento con il Cesano stesso, forti di un 20 punti foriero di sicura permanenza in Seconda Divisione. Dream (le nostre avversarie di stasera) sono al momento ultime a 10 punti e, dopo di noi, dovranno scontrarsi contro la corazzata Ronchese per cui (plausibilmente) stasera hanno l’ultima occasione per fare punti; dovessero vincere salirebbero a quota 17, scavalcando momentaneamente la Vedanese e Biassono (entrambe a 16) che dovranno  incontrare rispettivamente Ronchese e Carnate e il turno successivo ed ultimo, il Carnate ed il Sovico. Sarebbe verosimile che Vedano e Biassono venerdì 15 concludano il girone con gli stessi punti di stasera; pertanto se Dream ci battesse oggi avrebbe la possibilità di sperare fino all’ultimo nelle sconfitte delle dirette avversarie per evitare la retrocessione immediata e pertanto venderanno carissima la pelle! Forza Easy, go!

 

EASYVOLLEY vs DREAM VOLLEY 3 : 2

(25-19 25-19 23-25 20-25 16-14)

Desio, 6 Aprile 2016

Le Easy entrano in campo cariche e sicure; già nel riscaldamento danno l’impressione di non temere l’incontro e di essere pronte a combattere ad armi pari contro avversarie che hanno tra i 3 ed i 5 anni più di loro. Partiamo meglio noi ma al sesto minuto Giorgia, capitano e banda, cade male su un piede ed è costretta ad uscire dal campo; purtroppo le dimensioni della caviglia consigliano di andare subito al pronto soccorso del Galeazzi; al momento non abbiamo ancora informazioni sul suo stato di salute. Possiamo solo fare un mare di auguri alla coraggiosa capitana che corre il rischio di non essere in campo nell’ultima partita del girone e questo è un handicap non da poco per una squadra con pochissime riserve. Forza Giorgia!  Guarisci presto e bene che la squadra ti aspetta sempre grintosa e combattiva. Al suo posto entra Chiara, che risponde presente. All’11° il Dream chiede il t-o sul 12 ad 8, e poi al 14° sul 15 ad 8; sul 21 a 14 c’è un accenno di rimonta smorzato dal coach Cardinali con un t-o; Easy chiude in 24 minuti con il punteggio di 25 a 19.

Nel secondo partiamo a razzo ed al 4° il Dream chiede il t-o sul 6 a 2 e poi sul 10 a 6; raggiunto il set-ball 24 a 14, abbiamo un calo di tensione che porta il Dream a risalire fino ai 17 e Cardinali ad interrompere il gioco; la rimonta continua fino al 19 quando un bel primo tempo sancisce un nuovo 25 a 19.

Il terzo set potrebbe regalarci il secondo 3 a zero della stagione; un finale fantastico! Invece entrano in gioco le due APP: appagamento ed appannamento, comprensibili entrambe ma estremamente perniciose! Il nostro allenatore ferma il gioco dopo soli 2 minuti su un 1 a 5 che spaventa non poco; poi si ripete al 12° sull’8 a 12. Dream ritrova fiducia, l’età pesa a favore e premia le avversarie con una maggiore tenuta fisica e minori tentennamenti mentali: prendono ogni palla, corrono, osano, alternano giocatrici diverse per sopperire a carenze in battuta; alcune delle Easy hanno chiaramente le pile scariche ma la nostra panchina è cortissima, disponiamo di riserve solo in 3 ruoli ed il coach non ha la possibilità di far riposare qualche pedina importante in momentaneo affanno. Tuttavia dal 15 a 21 riusciamo a rimontare fino al 23 pari; un piccolo sforzo e chiudiamo con un bel 3 a zero! Invece un muro loro vincente ed un’asta presa in pieno ci condannano ad un 23 a 25 che sembrava esorcizzato.  

Nel quarto set l’entusiasmo dovuto al set conquistato supporta il Dream (ed il risultato deprime le Easy in pari misura). Qualche nostra fanciulla avrebbe bisogno di un cambio, anche solo per una decina di minuti, come break mentale e ricarica psicofisica; ma le Easy devono giocoforza stringere i denti continuando a dare il massimo. Al 7° il Coach chiede il t-o sul 5 a 9; riprendiamo fiducia ed al 14° l’allenatore del Dream ferma il gioco sul 14 pari; poi tocca a Cardinali fare altrettanto sul 16 a 18; sembriamo poter recuperare ma in 24 minuti perdiamo il set (20 a 25) e la speranza di archiviare l’incontro aggiungendo gli agognati 3 punti ai 17 in cascina.

Il tie-break è un po’ come i calci di rigore dopo i tempi supplementari; non sempre vince la squadra migliore, spesso vincono i giocatori meno logori e le Easy indubbiamente sono affaticate. Al cambio campo ci troviamo sotto di due; il primo t-o chiesto dal loro coach all’11° vede invece le due squadre sul 10 pari, segno della nostra grinta; il successivo, chiesto da Cardinali, vede un 12 a 13 che ci spaventa, cosi come il 14 pari, da loro raggiunto dopo il 2° t-o chiesto dal loro coach. Ma le Easy non perdono la calma e con una schiacciata di Chiara (autrice di una prestazione degna di menzione) seguita da una fredda, provvidenzialissima battuta di Francesca possiamo festeggiare il 16 a 14 che ci porta a quota 19 con 6 partite vinte ed 11 perse.

Abbiamo inesorabilmente condannato alla retrocessione il Dream che raggiunge i 15 punti e per sperare in un salvataggio in extremis dovrebbe sconfiggere la Nuova Ronchese (è riuscito una volta a Davide sconfiggere Golia ma in questo caso sarà difficile rivivere l’epico confronto con lo stesso esito). Ora non ci resta che attendere il risultato delle partite di venerdì e poi giocarci il tutto per tutto il 15 aprile a Cesano. Speriamo che le assenti per malattia o infortuni riescano ad essere in campo quel fatidico giorno e che le squadre non impegnate nella lotta salvezza ci aiutino bloccando le nostre avversarie dirette.

Forza Easy, GO!

 

 

Letto 658 volte