SERIE C: Easyvolley ribalta il risultato dell’andata e vince al tie-break.

Combattuta partita e meritata vittoria per le nostre Easy che a fine partita si danno "il cinque".

EASYVOLLEY - BERETTA PALLAVOLO GARDONESE 3 : 2 

Parziali 21-25; 25-14; 25-23; 20-25; 15-12 

Virginia Giani Margi 14 (K), Jennifer Castorri 7, Monica Galliani 1, Elisa Lavecchia 13, Erika Lissoni 4, Gloria Mussi 7, Alessia Sassone, Vania Ventriglia 11, Elisa Villa 8, Lidia Visintini, Martina Signorotti (L1), Erika Brenna (L2). N.e. Martina Korda. All. Amendola.  

Desio, 2 aprile 2016 

La partita si preannunciava combattuta e così è stato. Gardonese, nonostante la bassa classifica è una squadra che lotta e difende bene. All’andata ricordiamo infatti una lunga trasferta nella nebbia che si era conclusa con la loro vittoria al tie-break. Inoltre sta lottando per la salvezza e dunque arriva a Desio con la determinazione di portare a casa punti preziosi. Easy dal canto suo vuole mantenere salda la sua posizione nei play-off. Saranno dunque necessari cinque set e oltre due ore di gioco perché l’Easyvolley riesca a superare le avversarie. Nel complesso è stata una partita bella, a tratti spettacolare, con due squadre molto attente in fase difensiva e che si sono affrontate a viso aperto, commettendo pochi errori e facendo divertire il numeroso pubblico accorso, che ha tifato continuamente durante la gara. La prima squadra di Easyvolley rientra in campo dopo la pausa pasquale con un altro giocatore fuori uso: Elisa Besio, infortunatasi nello sfortunato scontro con New Volley Adda, a cui auguriamo una pronta ripresa! Non trovano dunque pace le atlete di coach Amendola, che vedono susseguirsi una serie di infortuni che minano la stabilità della squadra e la possibilità di allenarsi e giocare al meglio. Visintini sta a poco a poco rientrando, ma ecco che un’altra pedina importante esce di scena … Amendola – da buon coach a 360°! – non perde però occasione di tenere alto il morale e vedere sempre il lato positivo, spronando le sue a dare sempre il massimo… e fortunatamente questa squadra ha una ampia scelta di atlete che possono degnamente sostituire chi non può stare in campo. Anche sabato infatti è stata l’occasione per le giovani di dimostrare la loro grinta e voglia di crescere. A Castorri, Lavecchia e Sassone, sabato si sono aggiunte altre due atlete della u18, venute a dare manforte, Erika Brenna classe ’98, come secondo libero e Martina Korda classe ’99 come centro.  

Amendola schiera inizialmente il sestetto base: le bande Galliani/Lissoni, palleggio Mussi, opposta a Giani Margi, la giovane Jennifer Castorri a sostituire Besio al centro insieme a Villa, e libero Signorotti

Inizio di gara targato Easyvolley, che va avanti 9-6, ma le avversarie reagiscono subito e contrattaccano portandosi in vantaggio. Sbagliamo troppo, Amendola prova alcuni cambi, Lavecchia su Lissoni e Visintini su Mussi, ma Gardonese non si fa scappare l’occasione di portarsi a casa il primo parziale (21-25). 

Nel secondo Amendola lascia in campo Lavecchia al posto di Galliani; le avversarie partono bene, ma tre loro errori al sevizio danno fiducia e respiro alle nostre (6-7), Ventriglia entra su Lissoni e le nostre iniziano ad attaccare e servire con forza non concedendo più errori gratuiti. La Beretta inizialmente risponde colpo su colpo (12-12). Poi un gran turno di servizio di Giani Margi e un’ottima correlazione muro-difesa creano il break a metà set (17-12). Il coach avversario prova a fermare il gioco e a cambiare la rosa in campo, ma le nostre sono troppo determinate e chiudono agevolmente 25-14. 

Sulla scorta di questa bella prestazione partiamo forte anche nel terzo parziale, forzando sempre molto al servizio che è stato il fondamentale più determinante della partita. La Gardonese fatica in ricezione e cala in battuta e Easy scappa sul 18-12. Quando pare che la pratica possa essere archiviata agevolmente, però, le avversarie rimontano e si riportano sotto (18-17). Amendola inserisce Brenna come libero, ma le gardonesi forzano la battuta e ci superano (20-21). A questo punto però le atlete Easy - guidate dal loro capitano in ottima forma! - reagiscono ed è ancora il nostro servizio, con Mussi, a mettere le cose a posto; alla fine un attacco della giovane Castorri consegna un combattutissimo terzo set all’Easyvolley (25-23). 

Nel quarto parziale torniamo a sbagliare in battuta (7-7) e la partita prosegue emozionante, con pochissimi errori e tanti punti fatti da entrambe le parti. Le avversarie spingono e attaccano, Amendola prova a fermare il gioco, a cambiare giocatori in campo, ma niente da fare …le ospiti hanno la meglio e chiudono 20-25. 

Il quinto set inizia con una Easyvolley determinata ed aggressiva, evita gli errori e difende bene; si porta subito avanti, 8-5, 11-7. Sul 14-8, quando la partita sembra conclusa, il coach avversario prova a cambiare le sorti del set con un doppio cambio e rimette in campo la giovane palleggiatrice che con una serie di ottime battute e altrettanto ottime difese riesce a riportare la Gardonese su un pericoloso 14-12. Amendola chiama due volte tempo e il secondo ha effetto: la giovane giocatrice sbaglia la battuta consegnandoci set e match 15-12.

Il decimo tie-break della stagione è nostro!  

Nel frattempo gli altri scontri ci sorridono: Busnago perde contro una Tencofuturo affamata, come Gardonese, di punti salvezza, Branchi perde inaspettatamente contro il fanalino di coda Mozzo. La classifica ci vede dunque ancora terze, a + 2 da Busnago e + 6 dal Eldor che si riprende il quinto posto, ma rimane lontana dalla zona play off….

Ora ci aspettano altre 2 partite in casa dove tra le mura amiche ci auguriamo di trovare ancora il supporto del nostro pubblico per affrontare al meglio le nuove sfide che ci attendono.

Forza ragazze .... EASY GOO!!!

 

37 immagini della partita nella    GALLERY  

 

Letto 757 volte